Gestione multidisciplinare delle metastasi laterocervicali da focus primitivo ignoto

Lun 30 nov 2020

Evento digitale

Milano, 30 novembre 2020

 

La gestione dei pazienti con diagnosi di metastasi laterocervicali da focus primitivo ignoto rappresenta una nuova sfida della moderna oncologia. L’incremento di incidenza, negli ultimi decenni, di neoplasie correlate al virus del papilloma (HPV), così come l’utilizzo di moderne tecniche di imaging, hanno aperto nuove strade per il corretto iter diagnostico e terapeutico dei pazienti affetti da questa patologia. Il nostro corso ha pertanto lo scopo di fornire un aggiornamento sul moderno approccio multidisciplinare dei pazienti con questa diagnosi. Verranno quindi presentati gli attuali strumenti diagnostici sia relativi alle valutazioni endoscopiche per identificare la possibile sede primitiva mediante utilizzo di bioendoscopie(iSCAN/NBI), biopsie della sede sospetta mediante utilizzo di tecniche robot-assistite) che radiologiche (quali indagini e quali sequenze di acquisizione TC/RM/PET). Verrà inoltre considerata l’importanza della caratterizzazione biologica (positività virale per Papilloma virus e/o Epstein Barr virus) e dello stadio di malattia sulla successiva scelta di trattamento. L’impatto delle diverse strategie terapeutiche (chirurgia upfront seguita da trattamento adiuvante vs radiochemioterapia con eventuale chirurgia di recupero) e delle tecniche (chirurgia mini-invasiva vs chirurgia open, volumi e dosi di radioterapia) sui risultati oncologici e sulla tossicità verranno analizzate al fine di valutarne il rapporto costo/beneficio. L’obiettivo principale del corso sarà pertanto quello di fornire strumenti direttamente utilizzabili nella pratica clinica volti ad ottimizzare il management complessivo dei pazienti affetti da secondarismi laterocervicali da focus primitivo ignoto.

 

 

Documenti